particolare vetrata papa e statua "La Parrocchia è una casa di fratelli, resa accogliente dalla Carità"
Giovanni Paolo II alla Comunità di Torre Spaccata

Diocesi di Roma
S. MARIA REGINA MUNDI
Padri Carmelitani della Provincia Italiana
Ultimo aggiornamento: 27 giugno 2016



iscriviti alla newsletter parrocchiale | giubileo | vai allo speciale su Paolo VI | vai allo speciale su Giovanni Paolo II | vai alla pagina del Beato Angelo Paoli | vai alla pagina sul giubileo parrocchiale


NOTIZIE DALLA PARROCCHIA

chiesa Festa patronale 2016
Professione Solenne nel T.O.C. [foto]
36ª Maratonina di Torre Spaccata [foto]
Processione per il quartiere [foto]
S. Messa solenne [foto]
Giubileo al santuario del Divino Amore [foto]
Spettacolo ragazzi dell'Oratorio "Peter Pan" [foto]
Orario estivo delle SS. Messe da mercoledì 29 giugno:
La domenica e festivi alle ore 8,30 – 11 – 19; nei giorni feriali alle ore 8,30 e 19

FESTA DELLA MADONNA DEL CARMINE
È la celebrazione solenne di tutti i devoti di Maria SS.ma del Monte Carmelo, che si ritrovano uniti nei sentimenti di amore e gratitudine verso Maria, rinnovando in questo giorno l’impegno del devoto servizio a lei, la fedeltà a Cristo Gesù e alla Chiesa, e affidando al cuore materno della Vergine l’intera Famiglia del Carmelo.
7-15 luglio NOVENA: 18,20 S. Rosario e Allegrezze - 19,00 S. Messa
13-15 luglio TRIDUO: 18,20 S. Rosario e liturgia Carmelitana - 19,00 S. Messa con omelia
16 luglio FESTA: 8,30 - 11,30 - 19,00 SS. Messe e Supplica
17 luglio: 20,30 S. Messa solenne in cortile.
Durante la Novena, il Triduo, l’Ottavario e il giorno della Festa è possibile ricevere da un Sacerdote l’imposizione dello Scapolare, necessaria per chi lo riceve per la prima volta. Il giorno della festa è anche possibile lucrare l’indulgenza plenaria, alle solite condizioni, visitando una chiesa carmelitana.


SOLENNITÀ DEI SANTI PIETRO E PAOLO

bassorilievoLa solennità odierna è antichissima: è stata inserita nel Santorale romano molto prima di quella di Natale.
La celebrazione dei santi patroni di Roma inizia la sera del 28 giugno nella basilica vaticana, con la statua di San Pietro vestito da pontefice. Si tiene poi una serie di riti che vanno dai “vesperoni”, resi solenni dal coro della cappella Sistina, alla benedizione dei palii conservati nella nicchia posta sotto l’Altare della Confessione. Anche per questa festa, che sembrerebbe di esclusiva origine cristiana, si fa l'ipotesi della sostituzione di un culto pagano ad opera della Chiesa in epoca ancora antica: in questo senso, Pietro e Paolo accomunati in un'unica commemorazione avrebbero preso il posto dei Dioscuri. In ogni caso, la ricorrenza nasce dalla tradizione che vuole i due apostoli giunti a Roma nello stesso periodo dalla Giudea e martirizzati lo stesso giorno, anche se in luoghi diversi: Pietro crocefisso a testa in giù presso il circo di Caligola in Vaticano, Paolo decapitato alle Acque Salvie all’Ostiense.


TOCCARE IL POVERO, UN ESCLUSO, PURIFICA DALL'IPOCRISIA

udienzaLo ha affermato Papa Francesco nella catechesi dell’udienza generale di mercoledì 22 giugno, incentrata sulla parabola evangelica del lebbroso che, rompendo le convenzioni dell’epoca che glielo impedivano, chiede a Gesù di essere purificato.
 “’Signore, se vuoi, puoi purificarmi!’: è la richiesta che abbiamo sentito rivolgere a Gesù da un lebbroso. Quest’uomo non chiede solamente di essere guarito, ma di essere ‘purificato’, cioè risanato integralmente, nel corpo e nel cuore. Infatti, la lebbra era considerata una forma di maledizione di Dio, di impurità profonda. Il lebbroso doveva tenersi lontano da tutti; non poteva accedere al tempio e a nessun servizio divino. Lontano da Dio e lontano dagli uomini”.
Gesù, sottolinea Francesco, resta “profondamente colpito” dal lebbroso e lo guarisce infrangendo anch’egli “le disposizioni della Legge di Mosè, che proibiva di avvicinarsi a un lebbroso”. Quante volte, afferma il Papa, “noi incontriamo un povero che ci viene incontro! Possiamo essere anche generosi, possiamo avere compassione, però di solito non lo tocchiamo. Gli offriamo la moneta, ma evitiamo di toccare la mano e la buttiamo lì. E dimentichiamo che quello è il corpo di Cristo! Gesù ci insegna a non avere timore di toccare il povero e l’escluso, perché Lui è in essi. Toccare il povero può purificarci dall’ipocrisia e renderci inquieti per la sua condizione”.[video]


NUOVI PARROCI IN DIOCESI

diocesiDiciotto nuovi parroci stanno arrivando in altrettante parrocchie romane in questo periodo, tra giugno e settembre.
Nella nostra zone pastorale sono addirittura sei i cambiamenti nelle Comunità: don Stefano Charles Cascio, è chiamato a curare la comunità di San Bonaventura da Bagnoregio, a Torre Spaccata, don Marco Simeone ai Santi Simone e Giuda Taddeo di Torre Angela; ancora, Santa Maria Josefa del Cuore di Gesù, a Ponte di Nona, dove arriva don Francesco Rondinelli. A San Giuseppe Moscati, a Cinecittà Est, è nominato parroco don Francois Mushinzi Bakunda, che ne era amministratore parrocchiale già dall’anno scorso. A Santa Maria Consolatrice, a Casal Bertone, arriva invece don Davide Lees, ordinato sacerdote nel 2008. Proprio come don Domenico Vitulli, nuovo parroco di San Tommaso d’Aquino, a Tor Tre Teste.


banner


Inoltre

Papa Francesco in Armenia: discorso Incontro Ecumenico e Preghiera per la Pace.


collegamento esterno al sito della Santa Sede | collegamento esterno al sito della Conferenza Episcopale Italiana | collegamento esterno al sito della Diocesi di Roma | collegamento esterno al sito dell'Ordine Carmelitano | collegamento esterno al sito del settimanale diocesano Roma Sette | una preghiera a Maria



motore di ricerca interno al sito

Il sito è nato il 1 gennaio 2001 e fino al 3 dicembre 2006 aveva ricevuto 14.000 visite.
Al 31 maggio 2016 le visite certificate totali sono state 727.069; grazie a tutti!

le statistiche del sito

bottone pricacy| bottone licenza| bottone note| bottone css valido| bottone xhtml valido| bottone wcag conforme

Parrocchia S. Maria Regina Mundi - Via Alessandro Barbosi, 6 - 00169 - Torre Spaccata - Roma
Tel. (39) 06 263798 - Fax (39) 06 23269025 - parrocchia@mariareginamundi.org