particolare della vetrata dell'abside della parrocchia foto del papa Giovanni Paolo secondo che incorona la statua della Madonna "La Parrocchia è una casa di fratelli, resa accogliente dalla Carità"
Giovanni Paolo II alla Comunità di Torre Spaccata

Diocesi di Roma
S. MARIA REGINA MUNDI
Padri Carmelitani della Provincia Italiana
[sei in: ATTIVITÀ]

IL PROGRAMMA PASTORALE PARROCCHIALE

È da ormai molti anni che la nostra parrocchia elabora un programma pastorale, all'inizio era il tentativo di avere per le mani almeno un calendario comune per evitare sovrapposizioni tra impegni e appuntamenti; nel tempo, affinate la nostre capacità e con l'apporto sempre prezioso di vari collaboratori, siamo arrivati alla redazione di un prezioso strumento di lavoro, di riflessione e anche di preghiera, nel quale tutti i gruppi, le associazioni, i movimenti e tutti i servizi grandi e piccoli, trovano una loro giusta e dignitosa collocazione per la realizzazione di un cammino comune.
Quella che presentiamo è una sintesi, del programma integrale, che illustra gli obiettivi che ci siamo posti e i campi di intervento che vogliamo proporre alla nostra comunità.
Chiunque, leggendo queste righe, vorrà suggerirci esperienze, sussidi, testimonianze può mettersi in contatto con noi e sarà ben accetto.

Maggiori dettagli sull'attivtà della parrocchia si possono trovare nelle schede del Consiglio Pastorale Parrocchiale [verbali] e del Consiglio Pastorale per gli Affari Economici [rendiconti].


Programma pastorale 2018 - 2019

Domenica 16 settembre 2018 si è svolta, presso la Sala-Teatro della Parrocchia, un’assemblea alla quale erano invitati tutti gli operatori pastorali.
L’assemblea era stata decisa per mettere al corrente le persone che sono impegnate nelle attività pastorali, di quanto emerso in fase di progettazione all’interno del convegno parrocchiale di giugno.

La giornata è iniziata con la S. Messa delle ore 8,30, poi nei locali parrocchiali si è condivisa la colazione, al termine della quale P. Francesco e p. Luca hanno introdotto i lavori riassumendo quanto fatto al convegno e invitato i presenti a sentire proprio l’impegno affinché si possa giungere, partendo da quest’anno, ad elaborare un progetto parrocchiale comune, che indichi il cammino che la nostra comunità vuole percorrere in maniera puntuale e che sia da stimolo e da guida anche per i cammini dei vari gruppi, associazioni e movimenti che vi operano, evitando così il rischio di frammentazione e far diventare la parrocchia una “specie di affitta camere”.
In particolare la relazione di p. Luca ha ripercorso tutte le fasi che necessita un lavoro di progettazione: dal far comprendere le motivazioni profonde all’utilità di tale lavoro, dai modelli disponibili ai tempi di realizzazione, dalle buone regole di stesura alla individuazione dell’obiettivo e di tutto il corollario di modalità conseguenti.

Gli interventi di p. Francesco hanno sottolineato mano mano alcuni degli aspetti più importanti: la diversità dei gruppi come ricchezza della parrocchia, la disponibilità all’impegno come valorizzazione del laicato, la conversione continua come atteggiamento da coltivare. Al centro della prima parte del lavoro dell’assemblea c’era la condivisione dell’obiettivo triennale così come definito al convegno estivo, obiettivo che rispondeva alle necessità individuate in fase di studio e verifica di quanto facciamo:
La nostra comunità parrocchia di S. Maria Regina Mundi, per il triennio 2018-2021, si impegna a sperimentare la comunione evangelica attraverso rinnovati atteggiamenti di vita fraterna per la costruzione del Regno dei cieli.

Da questo è scaturita la suddivisione annuale, che doveva tener conto di una certa gradualità e specificità e che, per l’anno pastorale 2018-2019, è stato così definito:
La Parrocchia di S. Maria Regina Mundi, nell’anno pastorale 2018-2019, si impegna a vivere atteggiamenti di ascolto reciproco e rispettoso, sia al suo interno sia nelle occasioni che la vedono impegnata sul territorio.

Il pranzo consumato insieme, condividendo quanto era stato preparato, ha segnato il termine della prima parte della giornata che è poi proseguita con il passaggio successivo, e cioè quello di cominciare a “riempire” questo obiettivo indicando, nella maniera più particolareggiata possibile: cosa, quando, come, chi andava a contribuire a questa visione e realizzare così una calendarizzazione degli eventi e degli appuntamenti della comunità, almeno dei più importanti e significativi, in quanto il tempo a disposizione non permetteva di scendere fino ai particolari dei singoli gruppi.

I partecipanti sono stati divisi in gruppi e ad ognuno è stato affidato il compito di individuare questi appuntamenti in un trimestre; alla fine sono stati condivisi i risultati e sono stati indicate le seguenti date (tra parentesi brevi indicazioni operative che andranno sviluppate):
- Domenica 21 ottobre: Giornata della Comunità e dell’Accoglienza (S. Messa solenne alle ore 10 - no alle ore 11,30 – con celebrazione del mandato agli operatori, presentando però il carisma dello specifico gruppo: allestimento di un percorso, con stand, partendo dal sagrato della chiesa).
- Venerdì 2 novembre: Commemorazione dei fedeli defunti (recapitare a tutte le famiglie della parrocchia, o almeno a quelle che possiamo raggiungere tramite gli operatori coinvolti, un invito a portare un cartoncino ed un fiore per ricordare i propri defunti alla S. messa delle ore 18).
- Domenica 25 novembre: Festa di Cristo Re, Pranzo comunitario (evento già realizzato che viene riproposto).
- Sabato 22 dicembre: Presepe vivente (allestito nel cortile della parrocchia dalle ore 16 alle ore 18 con la partecipazione di vari gruppi).
- Sabato 19 gennaio: Ordinazione Diaconale di fr. Marius Budau e Domenica 20 gennaio: Memoria del Beato Angelo Paoli (distribuzione del pane benedetto, oltre che in parrocchia, a strutture di accoglienza dei malati/anziani del territorio e quelli raggiunti dai ministri straordinari).
- Domenica 3 febbraio: Giornata della vita (benedizione dei bambini battezzati in Parrocchia - e delle famiglie in attesa. Ricontattare quelle dei battesimi, fidanzati, matrimoni in parrocchia).
- Domenica 3 marzo: Festa di Carnevale dei bambini e ragazzi dell'Oratorio, con la parrocchia di San Bonaventura.
- A Marzo, con l’inizio della Quaresima si ripropongono i “Venerdì salta la cena”.
- Ad Aprile, attenzione a tutti i riti della Settimana Santa.
- A Maggio, all’interno dei vari appuntamenti della festa patronale, mettere particolare cura alla Festa della Solidarietà di domenica 19.

Il lavoro, seppur parziale, ha avuto il merito di focalizzare l’attenzione sull’importanza di definire questo cammino comune e, per quanto sarà possibile, evitare sovrapposizioni: a tutti i gruppi è stato chiesto di fornire gli appuntamenti più importanti in modo da costruire un’agenda parrocchiale il più possibile condivisa, utilizzando, ad esempio piattaforme digitali.
Parlando di strumenti digitali, si è anche accennato alla creazione di un “gruppo comunicazione” che dovrebbe procedere sia a studiare una eventuale presenza della parrocchia sui più diffusi social network sia a costituire una squadra di ‘messaggeri’ che possano diffondere le comunicazioni della parrocchia presso tutte le famiglie del territorio.
Necessario e utile sarebbe anche avere un “gruppo logistica” che possa avere cura e manutenere le varie attrezzature e suppellettili della parrocchia per renderle disponibili quando occorrono.
Sempre in tema di ricerca di persone disponibili, alla luce di quanto detto, è necessario costituire una “equipe di progettazione” con l’incarico di seguire questo lavoro nel tempo, verificarne l’efficacia, indicare eventuali correttivi … questo andrà ad impattare sulle funzioni del Consiglio pastorale parrocchiale. In proposito sono stati indicati almeno due criteri per aiutare il parroco in questa selezione: la rappresentatività delle varie realtà parrocchiali e le competenze della persona, che deve aver ben compreso il senso profondo di questa ‘vocazione della vocazione’ (o ‘chiamata nella chiamata’).

Infine si è anche dibattuto su come proseguire questo lavoro negli anni, in particolare sul senso/organizzazione da dare al convegno parrocchiale; consapevoli che è necessario avere già a settembre una progettazione il più possibile definitiva, si è proposto di utilizzare due fine settimana di giugno (al posto di 4-5 giorni consecutivi) per: far riunire prima l’equipe di progettazione/CPP e dopo permettere a tutti i gruppi di prendere visione del programma parrocchiale e aiutarli a stilare la propria programmazione.

Abbiamo concluso affidando a Maria, nella preghiera, questo nostro impegno.

Parrocchia S. Maria Regina Mundi - Via Alessandro Barbosi, 6 - 00169 - Torre Spaccata - Roma
Tel. (39) 06 263798 - Fax (39) 06 23269025 - parrocchia@mariareginamundi.org